seguici sulla ns pagina

La casa editrice
prossime uscite
catalogo
autori
distribuzione
Collane
narrativa
libri inchiesta
saggistica
il bosco di latte
in utero
la sposa del deserto
filosofia
criminologia
satirica
gli introvabili
Comunicazione
eventi
la stampa
contatti
link
newsletter
area riservata
Il progetto Paginauno
la casa editrice
la rivista

la scuola
corsi di giornalismo d'inchiesta, scrittura creativa
e FilmMaking

 

 

 

 

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice

Paola Manuli e Mario Vegetti

Cuore, sangue e cervello
Biologia e antropologia nel pensiero antico


1977
Gli introvabili

241 pagg.

15,00 euro

Al momento non disponibile


 

Sommario

Gli Autori

 

La questione del ruolo da assegnare nell’organismo al cuore, al sangue e al cervello, e in particolare di stabilire a quale, o quali, di essi tocchi il rango di principio egemone, la signoria nell’organismo stesso, sta al centro di una delle vicende più tormentate della storia della biologia greca. Questo libro ne narra estesamente la parte che si apre con Alcmeone e che Aristotele conclude, con un'appendice dedicata all'antropologia di Galeno. Tuttavia il suo interesse va oltre quello della genesi di una teoria biologica, l’encefalocentrismo, che pure avrebbe consegnato al sapere occidentale tutta una serie di certezze durevoli e di importanza fondamentale.
Questa vicenda è un caso tipico, metodologicamente esemplare delle questioni connesse alla storia della scienza antica, e più in generale alle fasi di gestazione di una teoria scientifica: in essa elementi e vettori extrascientifici si compongono in un intreccio indissolubile con i ‘dati’ positivi e pilotano la stessa costruzione della teoria. Qui ogni decisione presa all’interno del discorso biologico circa il ‘principio’ dell’organismo interagisce con le esigenze di una psicologia e di una antropologia le quali, di norma, si costruiscono al di fuori di quel discorso, e in ogni caso rappresentano istanze ideologiche molto più generali, concezioni complessive sull’uomo, sulla società, sul mondo.

 

Gli Autori

Paola Manuli (1946–1992) è stata una studiosa del pensiero filosofico-scientifico antico presso l’Università di Pavia. Ha pubblicato: Medicina e antropologia nella tradizione antica (Loescher, 1980), Medico e malattia, in: Il sapere degli antichi, a cura di M. Vegetti (Boringhieri, 1985), L’odontoiatria nell’antichità greca e romana, in: Storia dell’odontoiatria, a cura di G. Vogel & G. Gambacorta (Ars Medica, 1985), La passione nel De placitis Hippocratis et Platonis, in: Le opere psicologiche di Galeno. Atti del terzo Coll. galenico internazionale, Pavia, sett. 1986, a cura di P. Manuli e M. Vegetti (Bibliopolis, 1988), La medicina e l’igiene. II parte: Il sapere medico, in: Storia di Roma, a cura di E. Gabba & A. Schiavone, vol. IV: Caratteri e morfologie (Einaudi, 1989).

Mario Vegetti (Milano, 1937) è stato Direttore del Dipartimento di Filosofia dell’Università di Pavia ed è attualmente docente presso l’Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia. Ha dedicato i suoi studi prevalentemente agli aspetti scientifico-epistemologici ed etico-politici del pensiero antico. È membro del comitato scientifico delle riviste Iride e Paradigmi.
Ha pubblicato numerose opere, traduzioni, articoli, tra cui: Il coltello e lo stilo (Il Saggiatore, 1979 e 1996), Tra Edipo e Euclide (Il Saggiatore, 1983), L’etica degli antichi (Laterza, 1989), La medicina in Platone (Il Cardo, 1995), Guida alla lettura della Repubblica di Platone (Laterza, 1999), Quindici lezioni su Platone (Einaudi, 2003).

Torna su