seguici sulla ns pagina

La casa editrice
prossime uscite
catalogo
autori
distribuzione
Collane
narrativa
libri inchiesta
saggistica
il bosco di latte
in utero
la sposa del deserto
filosofia
criminologia
satirica
gli introvabili
Comunicazione
eventi
la stampa
contatti
link
newsletter
area riservata
Il progetto Paginauno
la casa editrice
la rivista

la scuola
corsi di giornalismo d'inchiesta, scrittura creativa
e FilmMaking

 

 

 

 

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice

Dominique Bourg (a cura di)

I sentimenti della natura
(Les sentimentes de la nature)

1997
Filosofia - Biblioteca

279 pagg.

20,00 euro
ACQUISTA LIBRO


 

Presentazione

Sommario

Gli Autori

 

In molti Paesi la visibilità politica dei movimenti ecologisti si sviluppa parallelamente ad accesi dibattiti che conducono troppe volte a eccessive semplificazioni, come per esempio lo stereotipo di una simbiosi uomo-natura che apparterrebbe alle società tradizionali in contrapposizione all’essenza predatrice delle società occidentali.
Questo libro tende a superare i pregiudizi più diffusi offrendo un'informazione rigorosa sui 'sentimenti' della natura, cioè sulle rappresentazioni della natura nelle principali civiltà.
Gli Autori dei singoli contributi esplorano orizzonti religiosi (cristianesimo, islam, induismo) e territori culturali (Cina, Giappone, Australia, Russia, Stati Uniti, Africa, Brasile, Francia, Germania) rivelando prospettive inattese.

 

Presentazione di Dominique Bourg
La dimensione planetaria dei problemi ecologici, ormai evidente, non può nascondere la diversità delle relazioni che stabiliamo con la natura. C’è un solo pianeta Terra, ma ci sono molti modi di abitarlo. E non si tratta solo di una diversità economica: in ogni area di popolazione prevale nei confronti della natura una sensibilità particolare. In parte, queste diverse sensibilità sono state modellate dalle grandi religioni.

È evidentemente impossibile essere esaurienti su un simile argomento. Probabilmente abbiamo tante modalità di percezione sociale della natura quanti sono i gruppi sociali che presentano una relativa omogeneità e una certa stabilità. In Bretagna, per esempio, i contadini delle zone interne non hanno verso la natura gli stessi sentimenti dei pescatori delle coste. Quali popolazioni scegliere, e secondo quale criterio? Ci è sembrato opportuno esaminare tutte le grandi aree di popolamento. L’ordine di grandezza preso in considerazione riguarda o il numero complessivo di abitanti o l’influenza esercitata da un gruppo di popolazioni. Si potrà perciò leggere, in questo libro, una serie di studi dedicati ai seguenti paesi: Stati Uniti d’America, Russia, Cina, Australia, Brasile, Giappone, Germania e Francia. Abbiamo completato il panorama con l’analisi di un’etnia dell’Africa Nera, i Dagara, e con quella di tre religioni che sono fra le maggiori in termini di rappresentatività numerica: il cristianesimo, l’islam e l’induismo; questo ci ha permesso di arricchire lo studio dei Paesi citati con quello delle aree di popolazione africana, europea, araba e indiana.

Forse il lettore troverà in questi testi argomenti per contestare alcuni pregiudizi sulle relazioni che intratteniamo con la natura. Non si può, per esempio, contrapporre semplicemente l’aggressività delle società cristiane occidentali verso la natura all’armonia che prevarrebbe, o sarebbe prevalsa, altrove. Qualunque sia il popolo considerato, non abbiamo mai a che fare con un atteggiamento monolitico. Ci si trova per lo più di fronte a rappresentazioni contrastanti e, fatto ancor più importante, a comportamenti che non sembrano mai essere conseguenza meccanica delle rappresentazioni che li precedono e li sottendono.

 

Sommario

Presentazione di Dominique Bourg

Cina: come vivere il proprio ambiente?, Pierre Gentelle
Giappone: un attaccamento selettivo alla natura, Philippe Pons
L’uomo come natura: l’induismo, Jean-Claude Galey
Il sentimento della natura nell’Islam, Abdelwahab Meddeb
Africa: il 'mito' della vita in simbiosi, Constantin Gbâané Dabiré
Australia: fra terrore e bellezza, Xavier Pons
Sulla rappresentazione della natura in Brasile, Roberto Da Matta
Cristianesimo e concetto di natura, Stanislas Breton
Russia: rapporto con la natura e ricerca di identità, Marie-Hélène Mandrillon
La natura, la religione e l'identità americana, Michel Conan
Natura, cultura e senso della responsabilità in Germania, Reiner Wiehl
L’approccio francese alla natura e i diritti degli animali, Luc Ferry

Postfazione: modernità e natura di Dominique Bourg

 

Gli Autori

Dominique Bourg, filosofo, redattore della rivista Esprit
Stanislas Breton, Institut catholique de Paris; École normale supérieure
Michel Conan, sociologo, insegna alla Scuola di architettura di Paris-Conflans
Roberto Da Matta, antropologo, Università Notre-Dame, Indiana
Constantin Gbâané Dabiré, filosofo, Burkina-Faso
Luc Ferry, filosofo, Università di Caen
Jean-Claude Galey, antropologo, École des hautes études en sciences sociales
Pierre Gentelle, sinologo, direttore di ricerca al CNRS
Marie-Hélène Mandrillon, ricercatrice all'IRENISE
Abdelwahab Meddeb, scrittore
Philippe Pons, redattore di "Le Monde", École des hautes études en sciences sociales
Xavier Pons, insegna inglese e studi australiani all'Università di Toulouse-Le Mirail
Reiner Wiehl, filosofo, Univeristà di Heidelberg

Torna su