seguici sulla ns pagina

La casa editrice
prossime uscite
catalogo
autori
distribuzione
Collane
narrativa
libri inchiesta
saggistica
il bosco di latte
in utero
la sposa del deserto
filosofia
criminologia
satirica
gli introvabili
Comunicazione
eventi
la stampa
contatti
link
newsletter
area riservata
Il progetto Paginauno
la casa editrice
la rivista

la scuola
corsi di giornalismo d'inchiesta, scrittura creativa
e FilmMaking

 

 

 

 

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice

Enzo Catania e Salvo Sottile

Totò Riina
Storie segrete, odii e amori del dittatore di Cosa Nostra

1993
Libri inchiesta
325 pagg.

20,00 euro
ACQUISTA LIBRO


 

Dall'Introduzione...

Gli Autori

 

Venerdì 15 febbraio 1993: dopo 23 anni di latitanza, Totò Riina, il ‘boss dei boss’, torna ad avere un volto. Mentre le forze dell’ordine gli davano la caccia in tutto il mondo, Riina viveva con moglie e figli in Sicilia, da dove controllava i delitti e gli affari della più potente ‘Spa’ italiana. La sua ascesa è durata quarant’anni: semianalfabeta, gregario di Luciano Liggio, nel ’74 aveva già imposto la sua legge alla grande criminalità organizzata, trattando, da padrone, con il mondo politico e quello dell’alta finanza. La sua vita è il più reale e al tempo stesso inimmaginabile romanzo dell’horror. Con risvolti da telenovela…
In questo libro due giornalisti ricostruiscono i lunghi anni della latitanza di Totò Riina, dall'ascesa all'arresto; pochi mesi dopo cadeva nelle mani della giustizia anche il numero due di Cosa Nostra, il catanese Nitto Santapaola. Poi vennero le stragi del ’93…

 

Dall'Introduzione...
Le imprese di Totò Riina hanno fatto impallidire sia la leggenda dei patriarchi storici della mafia, come don Calò Vizzini di Villalba o don Giuseppe Genco Russo di Mussomeli, sia padrini al di là dell'oceano come Frank Costello, Vito Genovese e lo stesso sanguinario Albert Anastasia.
Certo, erano altri tempi e altre situazioni. E le guerre di mafia si combattevano innanzitutto tra cosche, senza autobombe né agguati per spazzare dalla scena gli inquirenti d'intralcio a business, intrighi, connivenze e coperture politiche. Ma Riina ha superato in 'operatività' lo stesso Luciano Liggio, inventore dei sequestri al Nord, suo maestro in strategie, capostipite di quei 'corleonesi' che, solo sotto la dittatura di don Totò, sono riusciti ad avere il vero monopolio di Cosa Nostra e a condizionare l'intero asse criminale Palermo-New York.

 

Gli Autori

Enzo Catania, giornalista e scrittore, ha curato inchieste poltiche, di mafia, di attualità e di costume. Ha esordito come giornalista a Tempo illustrato ed è stato direttore fino al 1997 del quotidiano Il Giorno. Numerose le pubblicazioni, tra le quali: L'industria della droga (1972), La lunga mano della Cia (1975), Mafia (1977), Basta morire d'eroina (1980), Ustica, un giallo nel cielo (1988), Rapiti. Un dossier esplosivo sull'inferno dei vivi (1999), Senza voce. Gli angosciosi silenzi dell'infanzia tradita (2000), Giallo Pasolini (2006), Il caso Raciti (2008).

Salvo Sottile, giornalista e scrittore, è stato corrispondente da Palermo del Tg5 seguendo tutte le clamorose vicende siciliane degli ultimi vent'anni, dalle inchieste giudiziarie alle stragi. Attualmente è coautore e conduttore del programma 'Quarto Grado' in onda su Retequattro.

Torna su