seguici sulla ns pagina

La casa editrice
prossime uscite
catalogo
autori
distribuzione
Collane
narrativa
saggistica
il bosco di latte
in utero
la sposa del deserto
Comunicazione
eventi
rassegna stampa
area stampa
contatti
link
newsletter
area riservata
Il progetto Paginauno
la casa editrice
la rivista

la scuola
corsi di scrittura creativa, giornalismo d'inchiesta, traduzione letteraria

 

 

 

 

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice

 

Valentina Ricci

L'alba sepolta

 

 

2022
Narrativa
152 pagg.
ISBN: 9788899699635

19,00 euro

 

ACQUISTA LIBRO
(al prezzo scontato di 16,00 euro)

 

L'Autrice

Davide è bello, bellissimo, un’opera d’arte. Ha diciannove anni e il mondo è suo. A scuola lo conoscono tutti, i compagni di squadra lo applaudono, le ragazze se lo contendono, ignare dell’amaro finale che le attende.
Dentro casa, però, è un’altra storia: il padre, cardiologo e ricercatore di fama, è spesso in viaggio e perennemente evasivo, tanto che il giovane, per uscire dall’ombra, è deciso a diventare anch’egli medico, aiutato dall’amico fraterno Giulio con cui condivide tale ambizione.
Ma l’incontro con la sfuggente Karin, immune al suo fascino, lo condurrà in un’inaspettata quanto ripida discesa nei bassifondi dell’anima, faccia a faccia con il drammatico vuoto che da sempre lo attanaglia. Lì ad attenderlo, sepolta nel mare calmo di memorie ormai vaghissime, l’ultima alba della sua vita precedente, quando gli altri, ancora, non se n’erano andati.

 

L'Autrice
Valentina Ricci nasce a Milano il 24 ottobre dell’88. Conduce una doppia esistenza: quella in cui coltiva più o meno intimamente l’amore per la scrittura, e quella in cui “si realizza” secondo i canoni della società moderna, ottenendo una laurea e un lavoro stabile. Le coesistenza di queste due vite, da subito fonte di laceranti contraddizioni, dà luogo a un violento conflitto che si risolve con la temporanea vittoria della prima sulla seconda (ma forse è un armistizio), grazie alla decisione di frequentare una scuola di scrittura creativa e di mettere in piedi il romanzo che tenete in mano.

 

Torna su