home

La casa editrice
prossime uscite
catalogo
autori
distribuzione
Collane
narrativa
libri inchiesta
saggistica
il bosco di latte
filosofia
criminologia
satirica
gli introvabili
Comunicazione
eventi
la stampa
contatti
link
newsletter
area riservata
Il progetto Paginauno
la casa editrice
la rivista

la scuola
corsi di giornalismo d'inchiesta, scrittura creativa
e FilmMaking

 

 

 

 

 

 

Anna Teresa Iaccheo

Alla cerca della Verità

Non sia d'altri chi può esser di se stesso
Paracelso

 

in libreria
dicembre 2013

Filosofia
192 pagg.
ISBN: 9788890496295

 

16,00 euro
ACQUISTA LIBRO
(al prezzo scontato di 14,00 euro)


L'Autrice

Introduzione

Sommario

 

Altri titoli in catalogo

Donne che scrivono ti amo

 

 


Esiste una Conoscenza che accompagna l’Uomo dall’inizio dei tempi, di cui pare non esservi più memoria né individuale né collettiva. Una Conoscenza che univa materia e spirito, uomo e natura, e che l’attuale frammentazione dei saperi ha impoverito. Parlava attraverso simboli, analogie, numeri: era una sorta di codice universale che accomunava gli uomini al di là delle diverse culture e religioni. È infatti quella Conoscenza che troviamo negli scritti dell’antichità, a patto di saperla riconoscere: i miti e gli archetipi, nati per rispondere alle grandi domande sull’origine della vita, sul dolore e la morte; la narrazione della Creazione, contenuta nella Genesi, rappresentazione simbolica di quelle forze che concorrono a governare l’universo e la sua relazione con l’Uomo: uni-verso, verso l’Uno, macro-cosmo e micro-cosmo. L’alchimia, che non è la ‘fabbrica dell’oro’ ma quell’intima distillazione, quel percorso evolutivo che conduce dall’illusione al vero, dall’ignoranza alla consapevolezza; il sapere delle streghe, così avversato dalla Chiesa, indissolubilmente legato alla natura. Una Conoscenza nella quale la Donna era simbolo di sapienza, associata alla Terra, genitrice originaria, materia oscura da cui ogni cosa ha preso vita, ponte tra umano e divino.
In questo saggio Anna Teresa Iaccheo va alla Cerca della Verità che abbiamo perduto, attingendo anche a fonti che la storia ufficiale ha censurato; un viaggio che si sposta nel tempo, in una visione caleidoscopica nella quale frammenti si uniscono, dialogano, si accostano.

Nelle narrazioni antiche, il 12 è un numero ricorrente ed emblematico, e insieme al 3 e al 7 è considerato sacro; il 12 è in stretta relazione con il 3, poiché 12=1+2=3; inoltre è dato anche dalla moltiplicazione di 3 per 4, altro numero dal grande valore simbolico.
Il dodici esprime la manifestazione della totalità originaria, la discesa nella dimensione terrena di un modello cosmico di armonia e di pienezza, rappresenta infatti il compimento di un ciclo.
Pensiamo allo zodiaco sin dall’antico cielo di Babilonia, alle fatiche di Ercole, alle imprese degli argonauti, alle dodici tribù di Israele, ai cavalieri della Tavola Rotonda, ai dodici apostoli e via di seguito. E a proposito dei dodici apostoli, il filosofo e teologo Tertulliano scriveva: “Perché Egli chiama 12 Apostoli, e non un altro numero? Trovo modelli di questo numero presso il mio Creatore: le 12 fonti Elim, le 12 pietre preziose della veste sacerdotale di Aronne, le 12 pietre che Giosuè raccolse nel Giordano e depose nell’Arca dell’Alleanza”.
Nei miti, il 12 è spesso correlato alle imprese, alle prove, alle fatiche e si trasforma in un percorso, in un viaggio che conduce alla Conoscenza. Superare le prove significa permettere la trasformazione, quindi favorire quella crescita che rende l’Uomo conoscitore di sé e del mondo, consapevole del suo essere individuo ma pure espressione del Tutto.

 

L'Autrice

Anna Teresa Iaccheo nasce a Torino nel 1968. Conseguita la laurea, si dedica alla sua passione: la ricerca, proponendo un modello interdisciplinare e multidisciplinare. Studia le filosofie orientali e approfondisce l’interesse per le medicine non convenzionali conseguendo il Doctor of Science in Naturopathy emphasis Psychoanthropology (USA); in Italia completa la formazione in sociologia della salute e Medicine non Convenzionali.
Ha pubblicato Donne armate (Mursia 1994), Donne che scrivono ti amo (Liber Internazionale 1995); è autrice di numerosi articoli e brevi saggi. Da anni, tiene conferenze sull’olismo.

 

Introduzione

[...] Dopo il secolo delle ideologie totalitarie intrise di volontà di potenza, dopo i nazionalismi e i razzismi più feroci e violenti, abbiamo creduto d’essere al sicuro affidandoci a una politica troppo spesso guidata dalla finanza e dagli interessi economici che ha generato dominatori e dominati, sfruttatori e sfruttati; pensiamo anche d’essere protetti dal potere salvifico della scienza, ma tutto ciò che sta accadendo, non solo sul piano economico e sociale, ma anche planetario, ci sta mostrando che vi sono molti nodi che la politica, la scienza, la religione, il sapere di cui disponiamo non sono in grado di sciogliere, né di spiegare, né tanto meno di affrontare. [...] Nella cerca della Verità la Verità non è un dogma, bensì una scoperta, un percorso, differente per ciascun individuo, ma dai princìpi comuni, che stanno alla base della Vita stessa. E non vi è certo la presunzione di detenere la Verità, né di professarla come un credo religioso, ma di recuperare, il più possibile fedelmente e rispettosamente, frammenti che accompagnano l’Uomo dall’inizio dei tempi... (leggi l'introduzione completa in formato PDF...)

 

Sommario

Premessa

1. La via del sapere e le porte della Conoscenza

2. Universo: verso l’Uno

3. Francesco, l’alchimista di Dio

4. I simboli della Creazione

5. Le dodici porte: tra mito e fato

6. Luce, oscurità e ombra

7. Il figlio del Sole

8. Jacques Benveniste: l’eretico dell’acqua

9. I libri bruciano, la Conoscenza risorge

10. Streghe: schiave e regine della Natura

11. Veronica: cortigiana e poetessa

12. La Donna

E la cerca continua...


 

Torna su