seguici sulla ns pagina

La casa editrice
prossime uscite
catalogo
autori
distribuzione
Collane
narrativa
saggistica
il bosco di latte
in utero
la sposa del deserto
Comunicazione
eventi
rassegna stampa
area stampa
contatti
link
newsletter
area riservata
Il progetto Paginauno
la casa editrice
la rivista

la scuola
corsi di scrittura creativa, giornalismo d'inchiesta, traduzione letteraria

 

 

 

 

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice

 

Giancarlo Mancinelli Pozzi

Hand in cap. Delitti all'ippodromo

 

 

2022
Narrativa
188 pagg.
ISBN: 9788899699666

19,00 euro

 

ACQUISTA LIBRO
(al prezzo scontato di 16,00 euro)

 

L'Autore

Il romanzo si ispira a un fatto di cronaca: il rapimento del presidente della Società Corse, avvenuto nei pressi dell'ippodromo di San Siro. Ambientato negli anni Settanta in una Milano dove agivano le bande di Vallanzasca e Turatello, la vicenda parte dalle indagini, subito indirizzate verso gli ambienti della malavita locale. Sei mesi dopo il cadavere viene recuperato dal lago di Iseo. Al recupero assiste anche il marchese Luigi del Roero, commissario agli Handicap all'ippodromo e amico fraterno del presidente.
Con il supporto di un amico giornalista, il commissario segue il dipanarsi delle indagini ufficiali, incanalate verso una soluzione di comodo, che egli tenta di contrastare conducendo una personale investigazione parallela, approdando a un risultato tanto logico quanto sconcertante.
Nella realtà dei fatti, i responsabili della morte del presidente della società delle corse non sono mai stati individuati.

 

L'Autore
Giancarlo Mancinelli Pozzi, dopo la scuola dell’obbligo, si dedica a studi di ragioneria, frequentando scuole serali, dove l’incontro con un anziano professore di lettere, lo incoraggia a tentare la strada del giornalismo. Inizia così, a quindici anni, la collaborazione con il settimanale locale Il Cittadino. A diciannove entra alla redazione de Il Giorno e per anni alterna l'attività di stenografo a quella di inviato sportivo sui campi della serie B, con qualche incursione in cronaca. Fonda a Monza il settimanale locale Regione Express, che dirigerà in qualità di editore e direttore responsabile per quattro anni; in seguito diviene direttore responsabile del primo e unico quotidiano nella storia di Monza. Terminata la parabola editoriale, Pozzi si dedicherà con qualche successo a una passione giovanile fino allora repressa, dedicando tempo e qualche risparmio a una scuderia di cavalli purosangue, allevati per le corse. La scuderia svilupperà l’attività, anche allevatoria, inanellando vittorie e piazzamenti dei propri portacolori (giubba bianca a palle rosse), fino al successo del baio Hanan nel Premio Carlo Porta all’Ippodromo di San Siro.
Da quest'ultima esperienza nasce Hand in cap, il suo primo romanzo.

 

Torna su