seguici sulla ns pagina

La casa editrice
prossime uscite
catalogo
autori
distribuzione
Collane
narrativa
libri inchiesta
saggistica
il bosco di latte
in utero
la sposa del deserto
filosofia
criminologia
satirica
gli introvabili
Comunicazione
eventi
la stampa
contatti
link
newsletter
area riservata
Il progetto Paginauno
la casa editrice
la rivista

la scuola
corsi di giornalismo d'inchiesta, scrittura creativa
e FilmMaking

 

 

 

 

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice

Thomas Wolfe

Un'oscura vitalità

Cura e postfazione di Sabrina Campolongo

Traduzione di Sabrina Campolongo, Alessandra Patriarca,
Nadia Cazzaniga

2018
Il Bosco di Latte
122 pagg.
formato 10 x 16,5 cm
ISBN: 9788899699185

12,00 euro

 

ACQUISTA LIBRO
(al prezzo scontato di 10,00 euro)

 

 

 

L’Autore

 

Rassegna stampa

Mangialibri
Stefania Medda, Un'oscura vitalità
5 ottobre 2018

(leggi)

Il Troubadour
virginiapilitred, Thomas Wolfe, Un'oscura vitalità
8 settembre 2018

(leggi)

Radio Tre
Qui comincia, Thomas Wolfe, Un'oscura vitalità
7 settembre 2018

(ascolta)

Convenzionali
Gabriele Ottaviani,
Un'oscura vitalità
20 agosto 2018

(leggi)

 

L’obiettivo ambizioso di Thomas Wolfe era, con le sue stesse parole, quello di narrare “l’intera intollerabile memoria dell’America, la sua violenza, la sua ferocia, immensità, bellezza, bruttezza e gloria”.
Questi cinque racconti, selezionati dalla sconfinata, caotica e affascinante opera di Wolfe, provano a restituire questo mirabile equilibrio giocato sul filo dei contrasti: luce e ombra, vita e morte, cultura e bestialità. La lingua di Wolfe, vulcanica, debordante, profondamente americana ma non dimentica delle radici europee, cerca le parole che “non rappresentino la vita, ma siano la vita”, così come i suoi personaggi, tremendamente vivi, ferocemente umani. L’opera di Wolfe, che godette di una straordinaria popolarità durante la sua breve vita, quanto di un ingrato oblio dopo la sua morte, ha avuto un profondo impatto sulla letteratura americana del ventesimo secolo. Da Faulkner a Kerouac, molte sono le voci che ne hanno riconosciuto la grandezza.

 

L’Autore: Thomas Wolfe, nato ad Asheville da famiglia operaia, concluse gli studi alla Harvard University, dove si laureò in scrittura teatrale, tentando invano di diventare drammaturgo. Trasferitosi a New York, lavorò al suo primo romanzo, Look homeward, angel (1929) incentrato sul difficile processo di formazione del personaggio autobiografico Eugene Gant, la cui vicenda verrà dal secondo romanzo, Of time and the river (1935). Le sue opere, centrate sul tema dell’identità di una generazione quanto di una nazione, gli Stati Uniti, e caratterizzate dalla sua scrittura originalissima, ne fecero una celebrità letteraria. Malgrado ciò continuò a condurre una vita sregolata ed errante, fuori dagli schemi. Morì a trentasette anni a seguito di una polmonite.
La vita di Thomas Wolfe e il suo incontro con il celebre editor Maxwell Perkins hanno ispirato il film Genius diretto da Michael Grandage (2016).

 

Torna su