seguici sulla ns pagina

La casa editrice
prossime uscite
catalogo
autori
distribuzione
Collane
narrativa
saggistica
il bosco di latte
in utero
la sposa del deserto
Comunicazione
eventi
rassegna stampa
area stampa
contatti
link
newsletter
area riservata
Il progetto Paginauno
la casa editrice
la rivista

la scuola
corsi di scrittura creativa, giornalismo d'inchiesta, traduzione letteraria

 

 

 

 

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice

 

Christine Dwyer Hickey

Tatty. Un'infanzia berlinese

(Traduzione di Sabrina Campolongo)

Vincitore del premio Unesco del 2020, campione di vendite in Irlanda e in Inghilterra, inserito tra le 50 opere irlandesi più importanti degli anni Duemila, candidato al prestigioso Orange Prize e selezionato per il premio Hughes & Hughes come romanzo dell’anno

2021
Narrativa
180 pagg.
ISBN: 9788899699567

18,00 euro

 

ACQUISTA LIBRO

 

L'Autrice

 

Altri titoli in catalogo

Farley

 

 

 

 

Christine Dwyer Hickey presenta
Tatty

(from Lara Peviani on YouTube)

 

 

 

Il fortunato romanzo di Christine Dwyer Hickey, Tatty, racconta la storia di una ragazzina di Dublino che lotta per sopravvivere e crescere in una famiglia disfunzionale. Da quando la bambina ha quattro anni, fino ai suoi quattordici anni, la voce di Tatty evolve insieme alla sua percezione di quel che le accade intorno, permettendoci di entrare nei suoi pensieri e di osservare insieme a lei la fragilità della vita, ciò che gli adulti possono farsi l'un l'altro, e soprattutto ciò che possono fare ai figli. Tatty vive in una casa ordinaria insieme al padre, alla madre e ai fratelli tra le quali Deirdre. Ma nella casa aleggia anche un'altra presenza che Tatty sente, più che vedere: il conflitto tra i genitori e la crescente dipendenza dall'alcol. Ambientato a Dublino tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta, Tatty è una cronaca del suo tempo. Il risultato è un romanzo sconcertante che continua ad accompagnare il lettore anche dopo molto tempo che ha richiuso il libro.

“Bello e straziante... Tatty devasta come solo i romanzi più spietati sanno fare.”
Katie Wink, Sunday Independent

“Tatty è uno di quei romanzi facili da leggere, difficili da togliersi dalla testa e quasi impossibili da descrivere.”
Arminta Wallace, The Irish Times

“Una cruda storia poetica di un’infanzia dublinese che si affermerà tra i migliori romanzi irlandesi dell’anno.”
Colum McCann

“Tatty è un libro che rimane dentro a lungo dopo aver chiuso l’ultima pagina. La scrittrice evoca vividamente la semplicità dell’infanzia, a tal punto che il lettore riesce a identificarsi ampiamente con Tatty, nonostante la sua situazione inquietante. Non mancano nel romanzo i momenti di leggerezza, e l’umorismo è assolutamente necessario. Questo libro non è solo un racconto divertente ma lo straziante resoconto di un’infanzia difficile, capace di rendere compulsiva la lettura.”
RTE.ie

 

L'Autrice
Christine Dwyer Hickey vive a Dublino. È scrittrice di romanzi, racconti e testi per radio e televisione. Due volte vincitrice del Listowel Writers’ Week Short Story Competition e del Observer/Penguin Short Story Award, i suoi racconti sono stati pubblicati su riviste e in antologie di tutto il mondo. È membro della Irish Art Academy and Aosdana. Ha insegnato Creative Writing e tenuto master al Trinity College di Dublino e all’Irish Writer’s Centre. Il suo romanzo The Cold Eye of Heaven ha vinto il The Irish Novel of the Year 2012 ed è stato nominato per Impac 2013 Award.

 

 

 

Torna su